MENU

La Palette: Come scegliere il colore del tuo Matrimonio?

Agosto 17, 2020

Questa è sicuramente tra le prime domande che i miei sposi mi pongono quando iniziamo a progettare insieme il loro matrimonio.

Premesso che non esiste un colore giusto oppure una regola ben precisa, quello giusto per voi  è semplicemente quello che più vi rappresenta; l’importante è che sia in perfetta  sintonia con la location scelta e con il concept dell’evento: ad esempio, sposarsi in un casale della campagna toscana già richiama a dei colori precisi, che saranno ovviamente diversi da un matrimonio in riva al mare o sulla costiera amalfitana.

Questo perché i colori non solo caratterizzano un ambiente o un evento, ma trasmettono emozioni e spesso ricorrono nei ricordi più preziosi di ognuno di noi.

Se però siete davvero indecise, c’è un piccolo esercizio che vi sarà di grande aiuto: prendete un mazzo di matite colorate, provate a distribuirle su un tavolo e, scegliere d’istinto un colore! L’istinto in questi casi è sempre un ottima guida.

Perché scegliere il Dusty Blue Pantone come colore tema del tuo matrimonio?

Spesso mi è stato chiesto come mai sia fra i colori preferiti dei miei progetti. E’ senza dubbio un colore discreto che dà carattere senza essere eccessivo.

Il Dusty Blue trasmette eleganza, serenità, infonde fiducia.

Sono anche delle caratteristiche che raccontano bene chi sono e che appartengono anche al mio modo di relazionarmi con gli sposi e con chi si affida a me per gli eventi:

La fiducia è il valore per me più prezioso, poiché non c’è niente di più bello di potersi affidare a qualcuno e leggere nei suoi occhi di aver realizzato il loro giorno perfetto, superando ogni aspettativa.

L’eleganza è l’amore per il bello, misurato e senza eccessi.

La serenità, lo stato emotivo migliore per vivere non solo la fase dei preparativi di nozze, ma anche quello per condividere il giorno del matrimonio con i propri ospiti.

Dusty blue Pantone: alcuni esempi

Il Dusty blue è anche una perfetta base neutra: infatti ben si presta ad essere interpretato nei più svariati stili, dal classico ed elegante (ad esempio se accostato al bianco ed all’oro), allo stile boho se accostato ad esempio a colori più vivaci.

Ecco perché può essere sia come colore principale dell’evento sia come colore accessorio di una palette.

Tutto sta ovviamente nel saperlo dosare: se accostato a toni più accesi sarà meglio usarlo con parsimonia. Ma anche declinato in sfumature più delicate ed usato come sfondo darà di sicuro effetto: immaginate una tovaglia, oppure un divano come quello in foto, realizzato appositamente in lino Dusty blue, come seduta per gli sposi, un accessorio dello sposo e perché no, gli abiti delle damigelle!

E’ un colore che uso tanto a partire dal mio logo: in ogni progetto c’è sempre almeno un tocco di Dusty blue, ma se guarderete il portfolio nel sito, noterete quanto sia versatile e mai ripetitivo.

In ogni progetto, il dusty blue è caratterizzante ed esalta, nel giusto dosaggio, le personalità di ogni coppia di  miei sposi.

Colori e location per il matrimonio: i passi successivi

Subito dopo aver scelto la location, che già ci indicherà lo stile del matrimonio, passiamo alle partecipazioni, che sono la prima parte del progetto wedding a prendere forma:

gli inviti infatti sono sempre una piccola anteprima per i vostri invitati sul mood del matrimonio, che sapranno individuare da subito due elementi preziosi: stile e colori!!!

E’ con la creazione degli inviti che individuiamo la palette perfetta per la vostra coppia. E se 50 sfumature di dusty bluenon dovesse entusiasmarvi, non vi preoccupate: troveremo insieme i colori che più vi rappresentano.

Comments
Add Your Comment

Commenti recenti

    CLOSE

    Il sito utilizza cookies, anche di terze parti. Cliccando su ACCETTA, acconsenti all’uso dei cookies. Per negare il consenso, clicca RIFIUTA. — Policy privacyInformativa cookies